News

News

Il coronavirus riduce del 30% le nuove procedure fallimentari

Ma lo stock di pratiche diminuisce solo del 7%. Lo rileva Cherry Sea, l’osservatorio di Cherry Bit Con la chiusura dei tribunali del 2020 dovuta al coronavirus, le  pratiche fallimentari aperte sono scese del 30% rispetto al 2019 e quasi nessun tribunale ha recuperato. Solo Padova nel 2020 ha chiuso lo stesso numero di procedure

Immobiliare: il settore tiene, ma all’orizzonte c’è un possibile rialzo dei tassi (e la fine delle moratorie)

Lo tsunami della pandemia da Covid-19 ha, per il momento, soltanto sfiorato il mercato immobiliare. Complici i tassi d’interesse favorevoli, nel 2020 il settore ha tenuto meglio di ogni aspettativa con transazioni nell’ultimo trimestre addirittura in ripresa rispetto al 2019. Secondo i dati dell’Agenzia delle Entrate, il calo complessivo su base annua è stato del

LE SOLUZIONI DI KREDIS

Con il Cliente per governare il presente e pianificare il futuro.

KREDIS: DISTRIBUTORE UFFICIALE INFOCAMERE.

Kredis diventa Distributore Ufficiale di InfoCamere, la società consortile di informatica delle Camere di Commercio Italiane che gestisce il sistema telematico nazionale e che collega tra loro tutte le Camere di Commercio. Accesso Immediato con evasione on line di tutti i Dati Ufficiali delle imprese registrate. Per un primo quadro di valutazione! https://www.mykredis.it    

La nuova piattaforma MYKREDIS, l’alternativa per valutare clienti e fornitori personalizzando i report commerciali.

Le conseguenze della crisi sanitaria (in Italia e nel mondo) sono ancora da valutare riguardo al rischio di credito.Le società di rating stanno rivedendo gli algoritmi sottostanti alla creazione di rating e fido che, inevitabilmente, porteranno a un declassamento di entrambi gli indicatori.Per circa 190.000 PMI italiane è prevista una crisi di liquidità che riguarderebbe

Le richieste di mutui e prestiti sono ritornate ai livelli pre-Covid? I dati di luglio evidenziano una lenta risalita, proseguendo nel trend iniziato a giugno

L’uragano Covid-19 ha segnato profondamente molti aspetti della società italiana, in particolare l’economia sta faticando a tornare ai livelli pre-Covid. Il nuovo Rapporto sul Credito Italiano – Trends & Insights pubblicato da Experian evidenzia però dati positivi per le diverse categorie analizzate, ovvero mutui e prestiti, sia personali che finalizzati. Il dato più positivo è

Banche, come gli Npl pregiudicano la reddittività.

La crisi economica dovuta dalla pandemia da covid19 pone diversi interrogativi sulla solidità degli istituti di credito europei. La soluzione secondo Enria è rappresentata dalle aggregazioni L’emergenza sanitaria scoppiata circa cinque mesi fa è destinata a lasciare profondi segni sul sistema economico globale, in particolare per quanto riguarda gli Npl. Il lavoro svolto dalle banche

Cessione del credito e sconto in fattura bonus casa 2020: i lavori ammessi

Lavori ammessi alla cessione del credito e sconto in fattura per ecobonus, sismabonus, ristrutturazione edifici e rifacimento facciate. Quali sono i lavori ammessi alla cessione del credito e sconto in fattura per i bonus casa 2020? Buone notizie per chi sosterrà delle spese per eseguire lavori di riqualificazione energetica o riduzione del rischio sismico. Una

Gestione del credito ai tempi del coronavirus Come e cosa rispondere ai debitori che chiedono la sospensione o dilazione dei pagamenti a causa dell’emergenza coronavirus

Com’era prevedibile, soprattutto a seguito dei recenti provvedimenti governativi, è in aumento il numero dei debitori che inviano ai propri fornitori lettere di avviso (spontaneo) o di risposta (a seguito di solleciti di pagamento) per comunicare la momentanea difficoltà o impossibilità a pagare quanto dovuto alle scadenze pattuite. Le motivazioni utilizzate sono variegate nella forma,

L’epidemia di Covid-19 registra i primi effetti negativi sulle aziende: lo evidenzia Confindustria in un sondaggio che coinvolge oltre 5.500 imprese

In termini economici, gli effetti dell’epidemia di coronavirus sta riportando i primi danni alle imprese italiane. È quanto emerge in questi giorni dal sondaggio di Confindustria che coinvolge oltre 5.500 aziende e che mostra l’impatto che la diffusione del virus sta avendo sull’economia del Paese. Secondo le risposte finora pervenute, il 65% delle aziende afferma